Bologna - Via Ranzani, 4
tel. 0516390580
info@contropiani2000.org
www.contropiani2000.org
Logo Contropiani
BOLOGNA SOCIAL FORUM INFORMAZIONE RETE DOCUMENTAZIONE CALENDARIO E APPUNTAMENTI HOME

<< Vedi anche Aprile
Vedi anche Giugno
>>


 


Calendario e Appuntamenti

Maggio


 


Bologna
Martedì 27

Con preghiera di partecipazione e massima diffusione , Vi ricordiamo
l'importante incontro di :
Casalecchio di Reno (BO): Aula Magna I.T.C. Salvemini - piano terra Via Pertini 8. ore 20:30
13 anni: studio o lavoro?
Con la riforma Moratti, cambia l'istruzione superiore: viene introdotto il doppio canale ISTRUZIONE-FORMAZIONE e si anticipa di un anno una delle scelte fondamentali della vita
MARIANGELA BASTICO, assessore alla scuola della regione Emilia-Romagna, presenterà il recente progetto di legge regionale, che si pone come primario obiettivo la lotta alla dispersione scolastica attraverso scelte innovative come il biennio integrato; ovvero curricoli integrati biennali tra l'istruzione e la formazione professionale per gli alunni che frequenteranno il primo e il secondo anno dell'istruzione secondaria superiore.
GIOVANNI SEDIOLI, dirigente scolastico degli istituti Aldini e Valeriani, una delle scuole più prestigiose della nostra regione, da sempre serbatoio per il tessuto produttivo locale, illustrerà le principali modifiche introdotte dalla legge Moratti nel ciclo superiore.
GIANCARLO INGLESE vice segretario dell'API ed esperto di politiche formative, presenterà il punto di vista dell'impresa locale, le esigenze che la caratterizzano, le aspettative in ambito di politica scolastica.
Cercheremo di capire : Cosa cambia per i ragazzi che dovranno scegliere tra il sistema dei licei e la formazione professionale ?
Che differenza c'è tra obbligo scolastico e diritto/dovere all'Istruzione ?
Che fine faranno gli Istituti Tecnici ?
Cosa richiede il mercato del lavoro: solide basi culturali o competenze immediatamente spendibili ?
Che cosa cambia con il biennio integrato previsto dalla legge della regione Emilia Romagna ?
Ci sarà una scuola di serie A e una di serie B ?
Info: http://www.pongoepeggy.it

 


 

 

IL CASSERO (EX SALARA) - Via Don Minzoni 18. Ore 21.
Rete Lilliput nodo di Bologna - Tavolo contro la guerra di Bologna - Associazione Orlando - Donne in nero - Arci Lesbica
IL DOLORE,LA RABBIA,IL PERDONO
l'analisi e le azioni dei pacifisti oggi

  • DAWN PETERSON (USA)
    Associazione delle vittime dell'11 settembre contro la guerra e il terrorismo
  • MONICA LANFRANCO
    direttrice della Rivista Marea e dell'European Social Forum

L'Associazione "Peaceful Tomorrows", fondata da familiari delle vittime dell'11 settembre, si propone di cercare efficaci risposte nonviolente al terrorismo e di costruire relazioni forti con persone che allo stesso modo nel mondo sono colpite dalla violenza.
Nella loro ricerca di giustizia, esplorando opzioni pacifiche, intendono risparmiare ad altre famiglie innocenti la sofferenza che loro hanno già sperimentato e nel contempo rompere il cerchio senza fine della violenza e della vendetta generato dalla guerra.
E' previsto un intervento di Emergency
info: http://www.retelilliput.org/scelgolanonviolenza.asp - http://www.marea.it/agir - http://www.peacefultomorrows.org

Mercoledì 28

galleria Neon. in via F.Zanardi 2/5. ore 17.00
Presentazione del libro "Hacktivism. La libertà nelle maglie della rete" di Arturo Di Corinto e Tommaso Tozzi, ManifestoLibri, Roma, 2002.
Saranno presenti gli autori.
La nuova sede della galleria Neon si trova in via F.Zanardi 2/5, proprio a ridosso dei viali di circonvallazione a Porta delle Lame.
Per chi arriva dalla stazione ferroviaria 10 minuti a piedi (seguire i viali verso destra uscendo dal piazzale della stazione). mercoledi' 28 maggio 2003 ore 17.00 presentazione del libro
"Hacktivism. La libertà nelle maglie della rete" di Arturo Di Corinto e Tommaso Tozzi editore ManifestoLibri, Roma, 2002
Info: tel/fax 051 5877068 - e-mail gallerianeon@iperbole.bo.it

 


 

 

Facoltà di Scienze Politiche strada Maggiore, 45
Seminari autogestiti. Ultimo incontro sull'America Latina

  • Ore 18:00 tavola rotonda sull'Argentina
  • Ore 20:30 presentazione della rivista "El colibrì. Colori dell'altra America"
    (numero monotematico sull'Argentina).
    A seguire rinfresco-fiesta di chiusura.
    Iniziativa organizzata dal gruppo autogestito sull'America Latina.
    In collaborazione con il "Comitato Internazionalista Arco Iris".
    ARGENTINA:SOCIETA' E ISTITUZIONI DOPO IL COLLASSO
    A più di un anno dal tracollo politico-economico,
    dopo le nuove elezioni presidenziali, quali prospettive si aprono per
    l'Argentina?
    -Movimento piquetero, assemblee di quartiere,nuove proposte di
    mobilitazione "dal basso"
    -La nuova presidenza Kirchner: un'alleanza "progressista" o la riproduzione
    di vecchie logiche peroniste?
    Interverranno:
    Monica Saiz (dirigente del "Proyecto Emancipaciòn" e
    Professoressa di Storia presso l'Università delle Madri di Plaza de Mayo);
    Silvia Saravia (dirigente del "Movimento Barrios de Piè");
    J. P. Uslenghi (Facoltà di Scienze Politiche, Università San Salvador,
    Buenos Aires);
    M. Molinuevo (Facoltà di Giurisprudenza, Università di Buenos Aires);
    G. Alberti (Docente di Teoria dello Sviluppo Politico, Univ. di Bologna e
    Buenos Aires);
    G. Tinelli (Università di Bologna e di Buenos Aires)

Info: potosi2001@inwind.it

 


 

 

Arcigay Il Cassero - via don Minzoni, 18. ore 18
SENZA DISTINZIONE
Costituzioni contro discriminazioni: dall'art.3 alla Carta di Nizza
"Adottare la Costituzione" è un progetto promosso dalla Casa dei Popoli che si propone di fare riflettere sull'attualità e il valore della Costituzione Italiana adottandone un articolo. Il Cassero ha aderito all'iniziativa insieme a tante altre associazioni della città, adottando l'art.3 della Costituzione, che afferma l'uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge senza distinzione di condizione.
La recente Carta dei Diritti fondamentali dell'Unione Europea (Carta di Nizza) ha richiamato la necessità di combattere ogni forma di discriminazione fondata "sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l'età o l'orientamento sessuale".
La stessa necessità era stata ribadita poco tempo prima dal Trattato di Amsterdam. La direttiva europea 43 del 2000 vincola gli stati membri a combattere le discriminazioni sul lavoro fondate sulla razza o l'origine etnica; la successiva direttiva 78 del 2000 chiede che siano messe in campo azioni concrete contro le discriminazioni fondate su religione, handicap, età o orientamento sessuale. Il 2003 è stato dichiarato anno europeo del disabile.
Vogliamo partire da questo impegno dell'Unione Europea in difesa dell'uguaglianza delle cittadine e dei cittadini per riflettere sul valore così attuale dell'art.3. Ne discuteremo con organizzazioni che combattono le discriminazioni legate all'handicap, che si occupano di formazione contro il razzismo, che hanno a cuore la difesa dei diritti di cittadinanza.

Conduce: Bruno Pompa, Presidente Circolo Arcigay Il Cassero
partecipano:

  • Valeria Alpi Centro Documentazione Handicap
  • Roberto Lipparini Associazione Il Mosaico
  • Sergio Lo Giudice Presidente nazionale Arcigay
  • Pietro Pinto Coordinatore COSPE Emilia Romagna

Info: presidente@arcigay.it

Giovedì 29

Bologna Social Forum: CPA Arcoveggio, in via della Cooperazione. Ore 21.30. Assemblea Generale

 


 

 

PRC - via menganti 8 (via emilia ponente). ore 20,30
i cui proventi saranno destinati alle attività dell'associazione in favore dei detenuti
Cena di autofinanziamento: Antigone
ANTIPASTO: Torte Salate, Sfinciuni, Olive
PRIMO: Pasta con pomodorini, rucola, mozzarella, tonno
SECONDO: Involtini di melanzane
CONTORNO: Insalata di patate, cipolle Tropea et altro
DOLCE: Macedonia con gelato
VINI, ACQUA, SOFT DRINKS, AMARO DEL CAPO A VOLONTA'
IL TUTTO A SOLI 16 euro
Info: de14516@iperbole.bologna.it

Venerdì 30

CLUB 22. Via Pirandello 3. ore 20.30
15 - 16 GIUGNO 2003
AI REFERENDUM VOTIAMO SI
STESSO LAVORO STESSI DIRITTI
PER UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA
stasera SI cena
I circoli Gino Milli - PRC San Donato - Bobby Sands - Radio città 103 - Tosca - PRC Centro Storico
- Gnocchetti alla Parigina
- Zucchine e cipolle ripiene
- Tortino alle acciughe
- Cipolline in agro dolce
- Dolce della casa
Il tutto a 15 eurini compreso acqua e vino
Info: 051-203198 - 051-346458

 


 


Al Cassero Via Don Minzoni 18. Ore 20,30
ArciLesbica Bologna Arcigay il Cassero
LE RAGIONI DI UN SI'
Contro lo smantellamento di diritti fondamentali a partire dal diritto a non essere licenziati senza "giusta causa" contro il processo di precarizzazione che mina il sistema di garanzie e di tutele esistenti e che crea sempre più profonde disuguaglianze, esclusioni, discriminazioni
per riconoscere pari dignità alle lavoratrici, ai lavoratori a prescindere dal numero dei dipendenti per l'estensione dei diritti del lavoro e l'affermazione dei diritti di cittadinanza sociali e civili di tutte/i, nativi e migranti
un fatto di civiltà
ne parliamo con:

  • Titti De Simone - parlamentare P.R.C.
  • Marcella Di Folco - presidente M.I.T
  • Alfredo Marchetti - responsabile lavoro S.G.
  • Stefano Calderoni - responsabile lavoro U.d.S.
  • Fausto Viviani - dipartimento politiche sociali C.G.I.L
  • Antonella Gavaudan - avvocatessa Studio Legale Associato della C.G.I.L

Coordinano:
Sandro Mattioli - Arcigay Il Cassero
Nera Gavina - ArciLesbica Bologna


Contro la guerra, per i diritti senza se e senza ma
Votiamo sì al referendum per l'estensione dell' art.18
Se il tuo capo può licenziarti in qualsiasi momento e senza una giusta causa, come puoi rivendicare altri diritti ed essere rispettato per le tue scelte di vita?
I lavoratori e le lavoratrici non hanno uguali diritti: per condizioni oggettive che attengono il mercato del lavoro, ma anche per scelte e condizioni personali che riguardano le culture, il genere, l' orientamento sessuale, il paese di provenienza. Le ideologie razziste e sessiste oggi ispirate al neoliberismo privano donne e uomini di diritti fondamentali. I pregiudizi verso le persone omosessuali e transessuali alimentano ancora discriminazioni, mobbing, emarginazioni, violenze psicologiche, molestie nel mondo del lavoro. La direttiva europea 78/2000 e il referendum per l'estensione dell'articolo 18 rappresentano insieme, un'importante occasione per estendere tutele e garanzie a tutti coloro che oggi subiscono discriminazione.
Estendere i diritti del lavoro, renderli davvero universali, è un fatto di civiltà. Siccome non c' e' pace senza giustizia, noi crediamo che il NO alla guerra globale sia fortemente legato ad una necessaria alternativa al modello neoliberista che la genera, producendo sul fronte interno, lo smantellamento di diritti fondamentali a partire dal diritto a non essere licenziati senza "giusta causa".
Noi vogliamo concorrere alla costruzione di una diversa cittadinanza per uomini e donne, contrapposta al processo di precarizzazione che ha pervaso il sistema di garanzie e di tutele esistente, creando sempre più profonde disuguaglianze e esclusioni.
L'estensione dell'articolo 18 è una tutela immediata per TUTTI/e le lavoratrici e i lavoratori dipendenti e apre la strada all'estensione dei diritti anche per il lavoro atipico e precario che dilaga fra le donne e i giovani.
La vittoria del SI contribuirebbe fortemente ad aprire una nuova stagione per l'affermazione dei diritti di cittadinanza, sociali e civili di tutti, nativi e migranti.
La vittoria del SI determinerebbe nei fatti la prima sconfitta del governo Berlusconi, un primo stop alle politiche neoliberiste e di smantellamento dello stato sociale. Per i movimenti un avanzamento nel segno dell'alternativa e della trasformazione sociale.
Noi che ci battiamo per un altro mondo possibile, rivendichiamo una indivisibilità dei diritti sociali e civili. Per queste ragioni il 15 e il 16 giugno votiamo Sì, impegnandoci per la vittoria del referendum nelle città dove siamo presenti.
Corciolani Eleonora(Agenzia Sanitaria Regionale)-Michelina Vultaggio ( ass.ne Scholè Futuro E.Romagna)-Gruppo Donne Fuori-Associazione Culturale YOUKALI Bologna-Alessandra Negrini (FIOM Bologna )-Renata Bortolotti ( FIOM Bologna)-Giuliana Righi ( FIOM Bologna )-LILA ( Bologna)-Forum Donne P.R.C Bologna-Desi Bruno, Marina Prosperi ( Giuristi Democratici )

MOS, Movimento Omosessuale Sardo, Ali, Alternativa Lesbica Italiana, GayRoma.it, Arcilesbica Nazionale, Crisalide AzioneTrans, onlus, Arcigay "Il Cassero", Bologna, MIT, Movimento Identità Transessuale, Antagonismogay, Bologna, Circolo Pink, Verona, GLO, Milano, Arcigay-Arcilesbica "Omphalos", Perugia, Arcilesbica "Lady Oscar", Palermo, ArciLesbica Zami, Milano AltroQuando, Palermo, AGEDO Nazionale, Fuoricampo Italian Lesbian Group Italy, Arcinuovagay, Cesena, ArciLesbica, Bologna, Di'Gay Project, onlus, Arcigay - Arcilesbica "Circomassimo", Ferrara, Circolo Mario Mieli, Roma, Bari Pride 2003, Circolo Arcilesbica, Trento, Arcilesbica-Arcigay "Pianeta Urano", Verona, IREOS_ centro servizi autogestito Comunità Queer, Firenze, , , Mirella Izzo,, Eleonora Dall'Ovo,, Porpora Marcasciano,, Delia Vaccarello,, Massimo Mele,, Mauro Cioffari,, Giovanni Dall'Orto,, Elisabetta Degli Esposti Merli,, Elisabetta Biagetti,, Gabriella Romano,, Massimo Consoli,, Beppe Banchi,, Gino Carpentiero,, John Gilbert,, Imma Battaglia,, Michele Bellomo, Helena Velena,, Vladimir Luxuria

Info: nerinda@libero.it

 


 

 

c/o TPO; viale Lenin 3 (BO) uscita tangenziale 11, bus dal centro n.19/27/62 (notturno). ore 23.00
Sexyshock e Cuba Madia Zone
presentano
Last night for Bettytech
Ossia serata di chiusura della stagione 2002/2003
Presentazione del progetto Bettytech all'Hackmeeting nazionale del 20-22 giugno (torino)
Dia::installazioni
Free::Body::painting
Vassoi::umani
Macedonie alcoliche::a::gogo
Gaspacho::for::queer4peace (servito da AntagonismoGay)
Bar::tech
Sexyshop::open
Selezione::musicale::by::women::dj::set
Purpeline (lounge) da Modena
Bettinja (sambatech) da Bahia
Info: infosexyshock@inventati.org - 328/2262027

 


 

 

circolo arci "iqbal masih", via della barca 24/3, (bus 14)
venerdi' 30 maggio
paolo scattaglia presenta:
"tenemos bastante pinga para resister" (fidel)
contro l'embargo quarantennale e la propaganda yanqui, della destra e della pseudosinistra, una serata a favore del paese di fidel castro con:
- diapositive
- musica
- domande - risposte
- mercatino di artigianato cubano
- sigari (i migliori del mondo!)
- rum
- e tutto quello che volete e dovete sapere per una vacanza economica
parlera' paolo scattaglia, appena tornato dopo aver vissuto 4 anni all'isola della gioventu'
info: tel 0516146887 (dopo le h. 21)

 


 

Peace for food
Da Bologna a Cancun: i colossi del biotech si danno da fare....
Dal 27 al 31 maggio prossimi si svolgerà a Bologna un seminario internazionale sul tema delle biotecnologie organizzato dalla Facoltà di Agraria.
Tra i finanziatori del seminario Monsanto, Pioneer e Sygenta le tre multinazionali che quasi da sole detengono l'intero mercato mondiale delle sementi transgeniche. È chiaro l'utilizzo ideologico e propagandistico che tali aziende fanno della "scienza", al fine di presentare gli organismi geneticamente modificati come il rimedio grazie al quale si potrà ridurre la fame nel mondo.
Nei giorni del seminario ufficiale organizzeremo nostri incontri e momenti di mobilitazione affinchè il punto di vista della società civile autorganizzata cacciato dalla porta rientri dalla finestra

  • Venerdì 30 maggio 2003
    Presso il Circolo Pavese in Via del Pratello 53. ore 21.00
    Dai fallimenti della rivoluzione verde ai disastri della rivoluzione dei
    semi. Le bugie scientifiche sugli OGM.
    Ivan Verga vicepresidente VAS (Verdi Ambiente e Società)
    Luca Colombo Responsabile Nazionale Campagna ogm Greenpeace
    Claudio Malagoli Docente presso la Facoltà di Agraria di Bologna
    Gianni Fabbris Presidente di Altragricoltura- Foro Contadino
  • Sabato 31 Maggio 2003 ore 11.00
    Preserva- ti- party
    Le precauzioni per resistere alla contaminazione ogm.
    Biofesta in Piazza San Givanni in Monte
  • Giovedì 6 Giugno ore 20.30
    presso il circolo Dozza in Via Romita 2- Bologna,
    Cena Biologica di autofinanziamento

Coordinamento per la sovranità alimentare
Contadini biologici della valle del Samoggia, Cooperativa Dulcamara, Kontroverso, Circolo Pavese, ExMercato 24, Ex Aequo, Prosol, la Luna nel Pozzo
Info: centrodocumentazione@lunanelpozzo.org

Sabato 31

Circolo Arci SESTO SENSO. Via Petroni 9/c
Circolo ARCI Sesto Senso
Radio Città del Capo
presentano:
IL BUIO SU GENOVA
"Nessun cittadino ha subito danni alla persona a Genova"
(G. De Gennaro, Capo della Polizia, 24/07/2001)
A quasi due anni dal G8 di Genova e dopo l'archiviazione dell'omicidio di Carlo Giuliani, il punto sulle indagini della magistratura, sulle contro-inchieste e sulla giustizia dopo Genova.
Il bisogno di chiedere con forza verità e giustizia...

  • h. 15 Proiezione del film 'GENOVA SENZA RISPOSTE' di
    Stefano Lorenzi, Federico Micali e Teresa Paoli
  • h. 16:15 DIBATTITO
    Intervengono:
    • Giuliano GIULIANI
    • Tana DE ZULUETA
    • Modera il dibattito: Giusi Marcante (Radio Città del Capo)

L'iniziativa sarà trasmessa in diretta su Radio Città del Capo, 96,250 FM oppure www.radiocittadelcapo.it

Info: www.sestosenso.bo.it - info@sestosenso.bo.it

 


 

 

S. Lazzaro Di Savena (Bo): Presso Il "Palasavena". Ore 20.
L'associazione di Interventi Sociali
Marocchina a Bologna e Provincia
Presenta una Serata di musica a favore dei disabili
Chaaj E Ray
Chab Jamal
31 Maggio 2003
Apertura Biglietteria Ore 17,30
La Famosa Cantante
Antonietta Laterza
E Il Suo Gruppo Di Sirene
Presenta La Serata La Cantante E Animatrice
Silvia Parma
L'artista Popolare
Essaid Tibari
Di Kenitra
Il Famoso
Cantante Popolare
Hajli Mohamed
Di Casablanca
Per La Prima Volta Insieme Le "Star"
Della Musica Multietnica In Italia
Prevendita:
Bologna Cell. 3384049111
Pesaro Cell. 3332959443
Comune Di S.Lazzaro Di Savena
Tecnico Pagani
Impresa Di Pulizie E Facchinaggio
Provincia Di Bologna
Comune Di Bologna
Info: 0516133092

 


 


Villa Serena- via della Barca (Bus 14- fermata Ghisello). Ore 17.00

SGASATI ...ingorgo creativo di bicilette e pedoni
laboratori, video, musica, giochi, microfono aperto a cittadine/i ed esperti su traffico ed inquinamento
Sabato 31 maggio a partire dalle ore 17 il parco Villa Serena, via della Barca 1, ospiterà una coloratissima manifestazione sui temi del traffico e dell'inquinamento. Un ingorgo creativo di biciclette e pedoni "ingassati"!
All'iniziativa, promossa da Villa Serena (Altercoop -Le Macchine Celibi) e dal Quartiere Reno, hanno aderito: Comitati Antismog, il Laboratorio Bologna pulita, Alberi non Antenne, Greenpeace, la Consulta della bicicletta di cui fanno parte Legambiente, Wwf, Monte Sole bike group, Fiab, Uisp, cooperativa Apad, par tot parata, Scuola Popolare di Musica Ivan Illich.
Una rete di soggetti che, ciascuno con le proprie specificità, colorerà ed arricchirà questa iniziativa portando contenuti, dati, campagne, proposte, allegria e fantasia. Un momento, dunque, di informazione, protesta, proposta, di raccordo tra diverse realtà, di aggregazione e di festa al quale invitiamo tutti ad unirsi e a portare il proprio contributo, la propria partecipazione, il proprio pensiero, la propria voglia di cambiare.
Sgasati è infatti:
Un momento di informazione sulla drammatica situazione del traffico a Bologna, sulle discutibili politiche dell'Amministrazione comunale a riguardo, sulle preoccupanti conseguenze negative arrecate alla salute e all'ambiente.
Un momento di protesta per la situazione attuale e di proposta sulle alternative percorribili sul tema del traffico e dell'inquinamento.
Un'occasione di consolidamento e allargamento della rete di realtà, associazioni, gruppi informali attivi sul territorio che si battono per le stesse ragioni, per incontrarci, per capire quali e quante risorse riusciamo tutti insieme a mettere in campo per valorizzare ogni singolo contributo in una strategia comune∑per contare!
Un momento di aggregazione e di festa, una sorta di "ingorgo creativo" di persone di tutte le età che reclamano un modo diverso di stare insieme di spostarsi, di vivere la propria città e uno stile di vita eco compatibile.

PROGRAMMADurante tutto il pomeriggio e la prima parte delle serata è possibile ricevere dati, informazioni e documentazione su diverse campagne ambientaliste presso i punti informativi dei soggetti aderenti attivi; per l'occasione è previsto l'arrivo del furgone elettrico del Laboratorio Bologna Pulita che, senza inquinare, sta percorrendo le strade della città per la campagna di controinformazione sul progetto di metrò presentato dalla Giunta comunale; chi vuole, potrà firmare la petizione al sindaco perché rinunci a realizzare la metropolitana.
Dalle 17 fino all'imbrunire la maggior parte delle attività sono dedicate a bambini ed adolescenti pertanto saranno a carattere ludico e ricreativo.
L'iniziativa è aperta dagli sportivi, con l'inaugurazione del percorso di mountain bike realizzato dalla coopertiva Apad, dotato di prove di abilità ed ostacoli lungo il perimetro del parco di Villa Serena; in loco è attivo un piccolo laboratorio di riparazione biciclette in caso di imprevisti. Si ricorda che è obbligatorio l'uso del caschetto.
Contemporaneamente per i più creativi guidati dall'allegra e variopinta brigata di Par Tot Parata è possibile partecipare al laboratorio di costruzione e allestimento di un carro ecologico per la parata che, lo ricordiamo, colorerà le strade della nostra città sabato 7 giugno.
Per gli "artisti" muniti di pennello e fantasia ecco la proposta: la realizzazione di un murales su tela dal titolo "la città gasata e la città sgasata".
Per i più "gasati"...quelli arrivati in bicicletta ...è il momento della rivincita: un laboratorio di costruzione di gadget sonori e rumorosi per bicicletta realizzati con materiale di recupero, per rendere più visibili i fragili ciclisti nella giungla automobilistica (S.O.S. è richiesta la collaborazione di tutti per la raccolta di barattoli, lattine, coperchini, tappini, cucchiai, bottigliette di plastica, sabbia del gatto∑..).
Alle ore 19.00 si apre lo speaker corner, una sorta di microfono aperto ad esperti e cittadine/i "ingassati" (nulla a che vedere con un comizio) per condividere dati, per promuovere campagne ed iniziative comuni, ma anche per dare spazio al libero sfogo di idee, pensieri e proposte.
A partire dalle 21.00 confidando nell'attiva partecipazione ed affluenza di musicisti "veri" è previsto all'interno del parco uno strimpellamento (in acustico) e un sfilata collettiva di quanto realizzato durante il pomeriggio in attesa del buio per proiettare i video di "Greenpeace in action".Dunque l'appuntamento è per sabato 31 maggio alle ore 17.00 a Villa Serena a una sola condizione .è vietato usare l'auto..sarà premiato il mezzo alternativo più originale.
Pista ciclabile da via del Fratello, via Sabotino, lungo il canale che scorre accanto al muro della Certosa fino al parcheggio del Ghisello.
Info: 051-6156789 - vserena@vserena.it




Nazionali e Internazionali
Martedì 27

Reggio Emilia: al LABORATORIO SOCIALE AQ16 (parcheggio ex-foro Boario), in via Fratelli Manfredi 12. Ore 21
L'INCREDIBILE ARGENTINA
Due donne raccontano l'esperienza di un popolo
Per raccontare - a pochi giorni dalle elezioni presidenziali e dal bluff di Menem - le speranze del Popolo Argentino, le sue sfide per sopravvivere a uno stato in fallimento e a una classe politica fra le più corrotte del pianeta, per far conoscere le esperienze di autogestione, i progetti per creare mezzi di comunicazione alternativa e per sviluppare un'educazione popolare, nonché la loro Rete di Donne Solidali, il prossimo martedì 27 maggio saranno a Reggio Emilia

  • Mónica Saiz
    dirigente del Proyecto Emancipación e docente di Storia presso l'Università delle Madri di Plaza de Mayo
  • Silvia Saravia
    dirigente del Movimiento piquetero Barrios de Pié

Le esperienze di due donne argentine impegnate nella lotta politica, nella resistenza culturale e nel progetto di un futuro comune per l'America Latina, fuori dall'ALCA (il trattato di libero commercio imposto dagli USA) e dai dettami del FMI, di cui l'Argentina è la più illustre "vittima obbediente" (Eduardo Galeano).
Seguirà la proiezione del video "Que se vayan todos", a finire Tango e altra musica argentina.
Info: 3283241290 - fonta3@libero.it

Mercoledì 28

Ravenna; presso il Cinema JOLLY. Via Renato Serra. Ore 21
PERCHE' VOTARE Sì
Incontro con: ANTONIO MOSCATO (Docente storia del Movimento Operaio - università di Lecce) e Comitati per il SI ai referendum

ART. 18: PERCHE' VOTARE Sì
L'attacco alle condizioni di vita e ai diritti dei lavoratori non è una "esclusiva" del governo Berlusconi, ma un percorso prestabilito che rientra in un progetto sovra-nazionale a cui tutto il ceto politico italiano, anche se in forme apparentemente diverse, è subordinato.
Il grande padronato e le imprese si avvalgono sempre più di migliaia di "aziende artigiane" per abbassare il costo del lavoro attraverso l'esternalizzazione e gli appalti che permette loro di azzerare ogni forma di conflittualità sindacale e i diritti.
Un gioco al massacro che crea nocività, infortuni e morti sul lavoro "sacrificati" sull'altare della competitività e del profitto.
Concertazione, precarizzazione, flessibilità dei governi di centro-sinistra, hanno spianato la strada all'arroganza padronale di oggi che , attraverso il ministro Maroni, rivendica tutta la torta: legge 30, TFR, nuova riforma pensionistica ecc..
Nonostante le manovre e le responsabilità politiche sulla precarizzazione del lavoro di alcune forze che hanno promosso il referendum sull'art.18, con la scellerata introduzione del pacchetto Treu e lavoro interinale, è fuori discussione la valenza positiva che può avere una eventuale vittoria del Sì e un 'allargamento dei diritti a tutti i lavoratori : costituirebbe uno stop all'arroganza padronale, ai ricatti e ai licenziamenti.
Uno stop che non può però fermarsi nell'urna ma deve svilupparsi ed estendersi in protagonismo diretto e autonomo dei lavoratori per la riapertura di una nuova stagione di conflitti. Avendo ben chiaro quale sia il ruolo filo-padronale, e la posizione sul referendum dell'art.18 l'ha ulteriormente dimostrato, dei DS, della Margherita, dell'Ulivo, di CISL e UIL.
Il 15 Giugno votiamo Sì SENZA ILLUSIONI
PERCHE' SIAMO ANCORA CONVINTI CHE SONO SOPRATTUTTO LE LOTTE A DETERMINARE NUOVE CONQUISTE E DIRITTI
Associazione Pellerossa - Cesena
Collettivo Red Ghost - Ravenna

Info: red-ghost@libero.it

Giovedì 29 Rimini: presso la Baracca Alta del CEIS, in via Vezia 2. Ore 18.30
si terrà un incontro con il dott. Husam Hamdouna, direttore del Remedial Education Center di Jabalya (Striscia di Gaza - Territori palestinesi), una associazione che si occupa di sostegno ai bambini con difficoltà di apprendimento e di socializzazione.
Sara' un'occasione per confrontarsi con il rappresentante di una realta' impegnata da dieci anni nel settore dell'educazione e della promozione dei diritti dei bambini nel drammatico contesto di Gaza.
Invitiamo pertanto a partecipare tutti coloro che sono interessati alle tematiche dell'infanzia e dell'educazione e in generale ad ascoltare una testimonianza diretta e preziosa della condizione della popolazione palestinese nei territori occupati.
Il R.E.C. e' il partner del progetto educativo che EducAid sta realizzando a Jabalya. E' inoltre ben noto agli amici dell'Operazione Colomba impegnati nella Striscia di Gaza.
L'incontro sara' un'occasione anche per presentare il progetto EducAid e fare il punto sulla situazione.
Vi prego di girare l'invito a chiunque possa essere interessato.
Info: 0541.28022 - info@educaid.it
Venerdì 30

Marzaglia (MO): presso lo Spazio sociale libertario/anarchico Libera, via pomposiana 271

  • Venerdì 30 maggio, ore 23 bassocomodo film "La strada di felix", ore 24
    afroraduno DJ vale.
  • Sabato 31 maggio, ore 16 partecipiamo in piazza Grande alla critical mass contro l'AUTO e contro l'autodromo.
  • Sabato 31 maggio, ore 24 notte samba DJ colbao e fox
  • Domenica 1 giugno, ore 23 Matteo Borghi DJ anni 70/80/90
  • Lunedì 2 giugno, ore 21,30 Pino Cacucci presenterà il suo ultimo libro "Oltretorrente"

Stiamo continuando a raccogliere le firme contro l'autodromo e le cave di ghiaia tra i residenti di Marzaglia e oltre, la risposta è ottima, continueremo a raccogliere firme anche in città: a "globalizza che?"
presso i giardini pubblici di Modena da mercoledì 28 maggio fino al 4 giugno, e saremo sabato 31 dopo la critical mass in via Leonardo Da Vinci alla festa degli Skaters. Chi ha disponibilità di tempo e vuole darci una mano si faccia sentire.
Info: hazydavey@libero.it - http://www.libera-unidea.org

INFORMAZIONE RETE DOCUMENTAZIONE CALENDARIO E AP

PUNTAMENTI

HOME