Bologna - tel. 051203198
info@bologna.social-forum.org
www.bologna.social-forum.org
Logo Contropiani
BOLOGNA SOCIAL FORUM INFORMAZIONE RETE DOCUMENTAZIONE CALENDARIO E APPUNTAMENTI HOME
Bologna Social Forum
  • Comunicazioni
In evidenza:

Liste del BSF

Sottoscrivi
Cancella



 
Cerca nel sito o nel web
Mappa del sito
Sito
Web

powered by FreeFind









30 settembre in tutto il mondo

LIBERTÀ PER MORDECHAI VANUNU


Perché gli ispettori dell'ONU si occupano solo degli armamenti nucleari dei paesi arabi e non di Israele?
Perché chi ha denunciato alla stampa internazionale che attraverso i progetti della base segreta e illegale di DIMONA, Israele era diventata la sesta potenza nucleare mondiale, è in carcere da 16 anni, condannato come spia?
Parliamo di Mordechai Vanunu, tecnico nucleare israeliano rapito a Roma dagli agenti segreti israeliani in violazione dei trattati internazionali, processato in segreto e condannato a 18 anni per tradimento.
Nei primi due anni la sua cella è illuminata a giorno 24 ore su 24, per 11 anni viene fatto vivere in completo isolamento, solo il 10 marzo 1998, dopo perizia medica che denuncia gravi pericoli per la sua incolumità mentale, viene tolto dall'isolamento ma gli viene negata la libertà perché considerato un pericolo per l'incolumità di Israele. In realtà Vanunu non ha rivelato piani segreti a potenze straniere ma ha reso pubblico un progetto clandestino e illegale, sconosciuto alla stessa popolazione israeliana.
Le atomiche di Israele non sono un deterrente alle aggressioni al contrario inducono gli altri governi mediorientali ad acquisire altre armi di distruzione di massa.
Attorno alla figura di Vanunu si è attivato da tempo un movimento internazionale di denuncia della grave violazione dei diritti umani perpetrata a suo danno.

Hanno chiesto la sua liberazione:

  • decine di migliaia di cittadini in tutto il mondo
  • il Parlamento Europeo
  • il Parlamento Israeliano
  • il sindaco di Hiroshima
  • 20 premi Nobel, fra cui Dario Fo e Rita Levi Montalcini
  • Amnesty International
  • Diversi parlamentari italiani
  • 700 personalità da tutto il mondo
  • 600 accademici israeliani
  • l'Arcivescovo Desmond Tutu
  • l'ex presidente Jimmy Carter

per info: http://www.nonviolence.org/vanunu.


Oggi, per una fantomatica atomica che in realtà si chiama "petrolio" si vuole scatenare una guerra spaventosa con ancora migliaia e migliaia di vittime civili, contro un paese come l'Iraq già colpito costantemente da bombardamenti da parte delle aviazioni USA e Inglese e da un embargo che dura da 12 anni e ha mietuto più di un milione di vittime fra la popolazione.

Diciamo un no senza se e senza ma alla guerra
Esigiamo il rispetto della Costituzione che ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali

 

 

Saremo in p.zza Nettuno
dalle 18.00 di lunedì 30 settembre

 

 

 

BOLOGNA SOCIAL FORUM INFORMAZIONE RETE DOCUMENTAZIONE CALENDARIO E APPUNTAMENTI HOME