Bologna - tel. 051203198
info@bologna.social-forum.org
www.bologna.social-forum.org
Logo Contropiani
BOLOGNA SOCIAL FORUM INFORMAZIONE RETE DOCUMENTAZIONE CALENDARIO E APPUNTAMENTI HOME
Bologna Social Forum
  • Comunicazioni
In evidenza:
Documenti correlati

Liste del BSF

Sottoscrivi
Cancella



 
Cerca nel sito o nel web
Mappa del sito
Sito
Web

powered by FreeFind









VOGLIAMO UNO STATO LAICO NON ETICO
LO VOGLIAMO PERCHE’ E’ UN NOSTRO DIRITTO



Il Bologna Social Forum considera la legge sulla Procreazione Medicamente Assistita, approvata dalla camera dei deputati il 18 giugno scorso, un attacco fortissimo al diritto all’autodeterminazione delle donne, alla laicità dello stato, al ruolo essenziale della sanità pubblica. Un attacco che non è riconducibile, come i sostenitori della legge hanno ripetuamente detto, all’esigenza di mettere ordine nel “far west” della fecondazione assistita, ma che, al contrario si inserisce in quella generale revisione delle dinamiche sociali che in questo paese, dal mondo del lavoro con il libro bianco di Maroni e l’art. 18 fino ai migranti, con la legge Bossi-Fini sta cercando di rimettere in discussione tutta una serie di diritti sociali e civili ottenuti con lotte importanti. Con questa legge si sta pagando un tributo alle gerarchie ecclesiastiche e si sta portando un primo sfondamento, già ripetutamente tentato in precedenza, alla legge 194 che consente l’interruzione volontaria di gravidanza. L’ala integralista cattolica, trasversale agli schieramenti, ha voluto, con una legge che non ha eguali in Europa, imporre la visione dell’embrione come “uno di noi”, come “persona” dotata di diritti giuridici fin dal concepimento, per riaffermare, al tempo stesso, un bisogno etico di controllo sul corpo delle donne e sulla vita privata di tutte e tutti noi. Per questo crediamo che l’intero movimento di donne e di uomini, della società civile che oggi in Italia, fino ad ora, si è fatto carico anche di tenere alto il frontedella resistenza democratica, debba prendere posizione in maniera ancora più forte ed estesa portando questo tema nelle piazze, nei posti di lavoro, nei prossimi luoghi d’incontro pubblico come a Genova il prossimo luglio.

Per questo Bologna Social Forum promuove la manifestazione nazionale promossa dai coordinamenti delle donne il 6 luglio a Roma, e il percorso locale di preparazione a questa data che si articolerà nei seguenti appuntamenti:

  • Sabato 22 Giugno
    Dalle 10 alle 12 con partenza dal Palazzo dei Notai una biciclettata per le vie della città con presidi itineranti di protesta.
  • Domenica 23 Giugno
    Alle ore 21.30 le donne del Coordinamento per l’Autodeterminazione mettono in scena “L’elogio della tracimazione”, dal testo del prof. Carlo Flamigni, nei locali della Festa di Rifondazione Comunista di Borgo Panigale- via Togliatti.
  • Martedì 25 Giugno
    Alle ore 21 all’ “Exmercato24” di via Fioravanti un’assemblea per discutere della legge e costruire un’iniziativa di piazza che coinvolga tutte le forze della sinistra in preparazione della manifestazione nazionale a Roma.
  • venerdì 28 giugno
    ore 21 "Elogio della tracimazione" promosso dal Coordinamento donne per l'Autodeterminazione alla festa dell'Unità di Casalecchio
  • sabato 29 giugno
    Street Rave anti proibizionista e anti 147. Inizia la pink week: coloriamoci e coloriamo tutto di rosa a cura del Sexyshok
  • Lunedì 1 Luglio
    conferenza Ore 11-13. saletta dei gruppi consiliari TARANTELLI
    Un movimento ricco e screziato (con tanto rosa!) riempirà Piazza Nettuno mercoledì 3 luglio dalle ore 18. Ci saranno le femministe euforiche per la vittoria a Zola dove il Comune mercoledì scorso ha chiuso definitivamente e finalmente il rapporto consultorio-SAV. Ci saranno le donne e gli uomini dei sindacati, dei gruppi e dei partiti della sinistra. Tutti contro la legge 147 sulla procreazione medicalmente assistita che è appena passata alla Camera e presto verrà esaminata al Senato. Ci voleva una legge veramente infame per mettere insieme tante istanze così diverse. E questa legge lo è, perché attacca contemporaneamente la laicità dello stato, l'autodeterminazione e la salute delle donne e la pubblica sanità. La settimana sarà piena di altre iniziative: dalla pink week a partire dal 29 giugno alle repliche dell'"Elogio della Tracimazione". Aderiscono al momento:
    Coordinamento donne per l'autodeterminazione, Sindacato FLMU-CUB-RDB, Ass: "Primo Moroni" di Ponticelli, COBAS Scuola, DS Sinistra, Ass. Armonie, Donne DS, Forum delle donne di Rifondazione Comunista, Arcilesbica di Bologna, Circolo Iqbal Masih, Lista Reno - Q:re Reno, CGIL, Marcia mondiale donne, Donne in Nero, Bologna Social Forum, Verdi Disobbediente nazionale (Bologna), Tavolo delle donne di Bioetica, Donne fuori del martedì
  • Martedì 2 Luglio
    ore 7 presidio davanti alla Clinica di Ginecologia del S. Orsola per contrastare il presidio antiabortista dell'Associazione Papa Giovanni XXIII
  • Mercoledì 3 Luglio
    ore 18 tutte e tutti in piazza Nettuno contro la 147
  • Venerdì 5 Luglio
    ore 21 "Elogio della tracimazione" ad Atlantide (Iosonomia)
  • Sabato 6 Luglio
    Giornata Nazionale di Mobilitazione contro la Legge sulla Procreazione Medicalmente Assistita
    Da Bologna: Info e prenotazione pullman: 347.1105808 349.2956476
    e-mail rinalsanti@libero.it; erikag80@virgilio.it
    si parte alle 9 dall'autostazione capolinea 25
    Costo biglietto 17 euro

BOLOGNA SOCIAL FORUM INFORMAZIONE RETE DOCUMENTAZIONE CALENDARIO E APPUNTAMENTI HOME